Archive for the ‘Rubriche’ Category

Manuale portatile per la manutenzione del campo – 1. Il Green

16 maggio 2013

E’ la zona più importante del campo da golf, quella in cui si gioca la maggior parte dei colpi, quella che fa disperare e gioire centinaia di migliaia di golfisti ogni giorno in tutto il mondo. Stiamo parlando del putting green, o semplicemente green.

Buca 11 rosso

Il green della buca 11, Percorso Rosso

Ma come viene preparato un green per sostenere il gioco dei partecipanti a una gara?

Ce lo spiega Maurizio Novella, Greenkeeper di Margara da venticinque anni, con il quale esordisce la nostra rubrica dedicata alla manutenzione del campo da golf.

Maurizio Novella

Maurizio Novella, Greenkeeper di Margara

Quanto tempo prima di una gara si inizia a preparare il green?

Per una normale gara di circolo tagliamo il green al mattino prima della gara. I green vengono tagliati una volta sola ad un’altezza di 3,3 mm.

Per quanto riguarda invece una gara Ufficiale, una tappa del Challenge Tour o altre gare di simile importanza la preparazione del green inizia un mese prima, e a ridosso della gara l’altezza dei green viene portata a 2,8 – 3 mm.

Restando su queste ultime gare, quali sono le tappe della preparazione?

Un mese prima della gara si pratica un’operazione chiamata Verticutt, che consiste nello sfoltimento del tappeto erboso mediante specifici elementi da taglio montati su una normale macchina per il taglio dei green (tripla).

L’aspetto del green dopo il verticutt

Tre settimane prima della gara si procede ad effettuare un Top dressing, ovvero una leggera sabbiatura del green che serve a rendere più scorrevole la superficie.

Al lavoro per un Top Dressing

A partire da due settimane prima della gara si praticano ripetuti tagli incrociati (due tagli al giorno) seguiti a giorni alterni da una leggera rullatura che serve a rendere il green più veloce.

Il giorno della gara si pratica un doppio taglio incrociato al mattino e la leggera rullatura al termine del giro.

Taglio green buca 15

Durante il mese che precede la gara si effettuano solo fertilizzazioni liquide per evitare un’eccessiva crescita dell’erba.

Che macchine vengono impiegate per il taglio?

Noi utilizziamo macchine triple da green 2500 A della John Deere.

.

Da quale varietà d’erba sono composti i nostri green?

Il Percorso Rosso è composto da un miscuglio di Poa Annua e Agrostide Stolonifera.

Il Percorso Giallo esclusivamente da Agrostide Stolonifera.

Nella prossima puntata ti chiederò di spiegarci la differenza tra le varietà d’erba utilizzate nei campi da golf.  Ma restando al nostro tema di oggi, quali sono le problematiche maggiori che riscontri nel mantenere un green?

Soprattutto le condizioni climatiche (le temperature troppo elevate durante il giorno incidono sul tappeto erboso seccandolo,

durante la notte favoriscono l’insorgere di patologie fungine, molto dannose per il tappeto erboso), e naturalmente anche l’eccessivo calpestio.

E come fai a risolvere questi problemi?

Durante il giorno si praticano delle irrigazioni mirate (chiamate Syringing) che servono ad abbassare la temperatura dell’erba.

Il syringing

Al contrario per ovviare all’insorgere delle patologie fungine, oltre alle normali pratiche colturali, pratichiamo trattamenti preventivi a cadenza quindicinale con fitofarmaci specifici.

A proposito dei fitofarmaci: sono pericolosi per l’uomo?

Assolutamente no. Utilizziamo solo prodotti registrati per l’utilizzo su tappeti erbosi e che appartengono alla classe di prodotti  non classificati, cioè non pericolosi per l’uomo. Oltre a ciò, noi siamo soliti utilizzarli soltanto nel giorno di chiusura del Circolo.

Le classi dei fitofarmaci: i farmaci da noi utilizzati sono meno pericolosi di quelli in classe IV – e sono perciò Non Classificati.

Infine Margara aderisce al Progetto Impegnati nel Verde, che prevede il rispetto delle norme in fatto di ecologia.

 Qui (pagg da 30 a 36) trovate un articolo sul Golf Club Margara!

Arrivederci al prossimo capitolo del nostro Manuale Portatile per la Manutenzione del Campo da Golf!

Tutti al Tennis

11 maggio 2013

Inaugurato il campo da tennis Luigi Betocchi, adesso bisogna farlo vivere, e il modo migliore è vederlo pieno di ragazzi.

Targa tennis

E’ partito oggi il Corso di Tennis per Juniores che si svolgerà tutti i sabati dalle ore 11.00 alle ore 13.00 (le iscrizioni sono ancora aperte).

Corso tennis

 

Il nostro Maestro di Tennis FIT è Paolo Stringher, al quale abbiamo fatto qualche domanda.

Paolo Stringher

Ciao Paolo, tu sei anche un golfista?

Paolo: Tragicamente lo ero.

Le differenze tra golf e tennis sono talmente evidenti che evito di farti la domanda. Ma invece c’è qualche affinità tra i due sport o sono due mondi totalmente differenti?

Paolo: Sicuramente il feeling con la palla, le emozioni da gestire al momento opportuno, la complessità del gioco e infine le arrabbiature.

Com’è andata la tua prima volta da Maestro di tennis a Margara?

Paolo: benissimo, i bimbi sono stati favolosi.

E’ più facile insegnare tennis o golf?

Paolo: entrambi sono molto tecnici e quindi la difficoltà è simile, escludendo il lavoro fisico di preparazione sul tennis.

E’ più facile imparare a giocare a tennis o a golf?

Paolo: probabilmente è più facile imparare a giocare a golf, se non altro per questioni di mobilità legate al gioco.

Tu a che età hai iniziato a giocare a tennis e cosa fai ora?

Paolo: 7 anni. Attualmente sono maestro di tennis FIT presso il DLF di Asti.

Grazie per la disponibilità!

Ricordo a tutti che Paolo è disponibile il sabato pomeriggio per lezioni private di tennis.

 

Corso tennis 2

Corso tennis  1